Crisi Whirlpool, l’8 luglio presidio lavoratori a Fabriano: “Necessario intervento Governo”

La revisione strategica nell’area EMEA da parte di Whirlpool, attraverso annunci e prime importanti azioni organizzative come la vendita di tutto l’asset della Russia, impongono un intervento deciso da parte del Governo per capire quelle che sono le intenzioni della multinazionale americana nel nostro Paese. Necessario ora che l’azienda presenti un piano industriale per i prossimi anni, a garanzia dei siti italiani e dell’occupazione, e diventa determinante l’intervento del Governo.

Il giorno 8 luglio una delegazione di lavoratrici e lavoratori dello stabilimento Whirlpool di Melano e degli enti centrali di Fabriano saranno in presidio sotto la Prefettura di Ancona per chiedere un incontro con il Prefetto: le crescenti preoccupazioni rendono indispensabile la convocazione del tavolo presso il MISE nei tempi più celeri possibili, per capire insieme come mantenere e potenziare la presenza di un importante gruppo industriale in Italia, che deve essere uno degli interessi prioritari del Governo.