PROCEDURA DI MOBILITA’ PER GLI 80 DIPENDENTI DELLA TOOLK SRL DI FERMO

La UILTEC UIL Marche ne chiede l’annullamento per vizi formali e sostanziali

La UILTEC UIL Marche denuncia il comportamento della ditta TOOLK S.r.l. , di 80 dipendenti, di Fermo, produttrice di scarpe, per la procedura di mobilità del personale, per vizi formali e sostanziali oltre al mancato invio della medesima procedura per la quale si chiede pertanto l’annullamento.

In subordine, qualora l’azienda non dovesse operare in tal senso, di fissare, urgentemente, un incontro con le organizzazioni sindacali di Cgil Cisl Uil, per l’avvio dell’esame “congiunto” previsto dalla norma.

La contestazione sindacale riguarda anche il contenuto della comunicazione di licenziamento ai lavoratori, datata 07 agosto, e ricevuta solo in data 11 agosto us, ovvero a ridosso di Ferragosto, «modalità razionalmente riprovevole».

Ad avviso della UILTEC la TOOLK srl è fuori legge nella applicazione della ricordata procedura.

Resta in ogni caso grave il contesto attuale anche in caso di annullamento e nuova riformulazione della comunicazione di licenziamento collettivo, poiché occorre confrontarsi immediatamente per la risoluzione dei problemi aziendali.

Questo potrà avvenire, solo se i protagonisti di parte datoriale daranno concretezza alle dichiarazioni già espresse sul mantenimento dei livelli occupazionali.

Per la ricostruzione del tessuto sociale occorre, infatti, tutelare occupazione e qualità del lavoro.

Su questo terreno, sulla ricerca di soluzioni attuabili la UILTEC è pronta da subito. Insomma noi ci diciamo pronti al confronto.