Uil Marche e Sanidoc insieme per la convenzione di assistenza sanitaria odontoiatrica per lavoratori e pensionati

Oltre il 10% dei marchigiani rinuncia alle cure mediche, un fenomeno reale fotografato anche dall’ultimo rapporto Bes di Istat e che vede la nostra regione sopra la media nazionale del 9,6%. Ciò accade soprattutto a causa dei ritardi delle liste d’attesa e dei costi per le prestazioni. Per cercare di ovviare a questa situazione la UIL Marche ha stipulato una convenzione con Sanidoc, l’associazione di promozione sociale che opera nel campo della salute, con il comune intento di favorire, a tariffe calmierate, l’accessibilità dei servizi odontoiatrici, prestazioni sanitarie di polispecialistica e di riabilitazione per i lavoratori, pensionati e disoccupati iscritti a qualsiasi categoria della Uil. Sanidoc è una associazione che promuove la salute e la prevenzione garantendo attraverso le proprie strutture convenzionate prestazioni a prezzi calmierati, una odontoiatria sociale con un tariffario unico regionale, distribuita in tutto il territorio marchigiano. «I poliambulatori e le cliniche odontoiatriche, distribuite nel nostro territorio, rappresentano dei veri e propri presidi sanitari – afferma il Presidente di Sanidoc, il prof. Oliviero Gorrieri – con lo scopo di garantire livelli di prestazioni elevati a bassi costi, promuovere una cultura della prevenzione che deflazioni le liste di attesa della sanità pubblica alimentando un circuito sanitario virtuoso che dia lavoro al nostro territorio». «Questa convenzione – dichiara Claudia Mazzucchelli, segretario generale UIL Marche – è un’attenzione nei riguardi dei nostri iscritti e un servizio in più che abbiamo voluto offrire loro su tutto il territorio regionale. Gli iscritti di tutte le categorie Uil potranno recarsi nella propria sede di riferimento per poter ricevere gratuitamente la Tessera Sanidoc da esibire presso i centri convenzionati per poter usufruire delle prestazioni». Oltre 50 sono le strutture convenzionate presenti in tutta la regione Marche, per i lavoratori, i pensionati ed i disoccupati iscritti alla Uil.