Emergenza sfratti, incontro con il Prefetto di Ancona

Proposte unitarie per affrontare il dramma degli sfratti e avviare la soluzione della sofferenza abitativa in Italia.

Si è svolta Martedì 5 Aprile 2022 in Prefettura, la riunione richiesta dalle Associazioni degli inquilini Sunia, Sicet e Uniat Marche, per affrontare la grave situazione degli sfratti esecutivi in corso nella nostra Regione.

Erano presenti all’incontro il Prefetto di Ancona Dott. Darco Pellus, un suo Assistente e i rappresentanti regionali di Sunia Stefano Falcionelli, Uniat Bruno Ulisse. Assente invece, per un inconveniente dell’ultima ora, Antonio Angelini del Sicet, che ha delegato gli altri colleghi alla partecipazione.

Da parte sindacale è stata esposta la grave situazione in cui versano le famiglie colpite dai provvedimenti esecutivi, (stimate nelle Marche in c/a 1000 casi), che risultano generalmente in precarie condizioni economiche e in grave difficoltà a trovare soluzioni alternative alla perdita della casa, con le conseguenti ripercussioni di carattere sociale che ne deriverebbero. E’ stata illustrata inoltre l’iniziativa dei Sindacati Nazionali e degli Inquilini a Roma con il Presidio del 22 marzo presso il Ministero delle Infrastrutture e le proposte avanzate sull’emergenza sfratti, per conoscere quali iniziative intende prendere la Prefettura d’Ancona in merito alla richiesta avanzata d’istituzione di una cabina di regia con gli Enti interessati, per la graduazione delle esecuzioni e il passaggio da casa a casa per le famiglie più bisognose, stante anche l’aggravamento delle condizioni economiche delle stesse per i rincari dei costi energetici.

Da parte del Prefetto prendendo atto della richiesta, pur rilevando che nelle Marche, rispetto ad altre realtà regionali il fenomeno appare più contenuto, ha comunicato che allo stato attuale non vi sono ancora disposizioni da parte del Ministero delle Infrastrutture per la costituzione di cabine di regie ufficiali per la graduazione degli sfratti, ma ha accolto la proposta delle Associazioni di convocare, a breve, una riunione con Comune di Ancona, ANCI, ERAP Marche e Organizzazioni Sindacali e di seguito anche le Associazioni dei Proprietari, per valutare iniziative e ricercare soluzioni atte ad affrontare la grave situazione che si è venuta a determinare.

(Nella foto: Presidio presso il Ministero delle Infrastutture Roma 22.03.2022 – Presidio Unitario Cgil Cisl UIL – Sunia Sicet Uniat)